La Sardegna a piedi per amore del creato e la speranza di nuove vocazioni



“Girare tutta la Sardegna a piedi per valorizzarne la bellezza del creato e per pregare affinché ci siano tante nuove vocazioni”. È la missione di Don Lorenzo Lodi, modenese di 40 anni, sacerdote orionino e viceparroco nella chiesa del Santissimo Salvatore di Selargius dal 2008.


“È partito con solo uno zaino, una tenda da campeggio, tre magliette, due mutande, una borraccia e il telefonino”, racconta Lisa, stretta collaboratrice. Don Lorenzo è partito con poco per percorrere rigorosamente a piedi l’isola, trovando accoglienza e solidarietà dalle persone che ha incontrato. Solidarietà che arriva anche in forma di una raccolta fondi: “Tutti i soldi che verranno raccolti finiranno nelle casse della parrocchia selargina per poter organizzare la festa annuale, in programma ai primi di settembre”, ha spiegato al quotidiano cagliaritano Casteddu Online.


Sulla propria pagina Facebook, il sacerdote orionino condivide racconti, riflessioni e fotografie del suo viaggio immerso nella natura.  Ieri, 18 luglio, è arrivato alla sua 12° tappa ad Orosei. A ispirarlo, l’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco e il suo grande amore per la natura.

10 visualizzazioni0 commenti