FIGLI DELLA DIVINA PROVVIDENZA

Direzione Generale
Via Etruria 6 - 00183 ROMA
Tel (+39) 06.7726781
E-mail: FDP@pcn.net

fb_icon_325x325.png
31KluT5nBkL.png
71VQR1WetdL.png

PICCOLE SUORE MISSIONARIE​ DELLA CARITÀ

Casa Generalizia

Via Monte Acero 5 - 00141 ROMA
Tel (+39) 06.86800328
E-mail: info@suoredonorione.org

youtube.png
unnamed.png
whatsapp_PNG4.png
gmail.png

© 2018 - Piccola Opera della Divina Provvidenza

PERCHÉ A TORTONA?

Il legame fra la città di Tortona (in provincia di Alessandria, nel nord dell'Italia) e la Famiglia Orionina è molto forte.

Don Orione, infatti, nacque a Pontecurone, un paesino a pochi chilometri di distanza, e proprio a Tortona frequentò prima il seminario, dove studiò filosofia per due anni, e poi proseguì i suoi studi teologici, alloggiando in una piccola stanza sopra il Duomo della città.


Il 3 luglio 1892, il giovane chierico Luigi Orione inaugurò sempre qui il primo oratorio intitolato a San Luigi, mentre l’anno successivo riuscì ad aprire un collegio, detto di San Bernardino, subito frequentato da un centinaio di ragazzi. Il 13 aprile 1895, venne ordinato sacerdote e celebrò la prima Messa insieme a tutti suoi ragazzi.

Il suo grande impegno e il suo immenso carisma lo condussero poi lontano, a portare la sua testimonianza di carità in tutta Italia prima, e in tutto il mondo poi. Tornò a Tortona, però, per gli ultimi tre anni della sua vita, e qui riposa ancora oggi.

 

Il suo corpo, infatti, venne conservato nel Santuario della Madonna della Guardia, da lui stesso fatto edificare in seguito a un voto del 29 agosto del 1918, con il quale promise la costruzione di una grande basilica, se fossero tornati sani e salvi i soldati partiti per la I Guerra Mondiale. La guerra terminò il 4 novembre. Don Orione mantenne quindi la parola e il 23 ottobre 1926 il cardinale tortonese Carlo Perosi benedisse la prima pietra del nuovo santuario, inaugurato poi il 29 agosto del 1931.

Ogni 29 agosto Tortona, poi, torna a essere il cuore del mondo Orionino, con tutta la Famiglia carismatica che si ritrova qui, insieme a centinaia di fedeli provenienti da tutta Italia e non solo, per vivere la Festa della Madonna della Guardia.

I LUOGHI ORIONINI A TORTONA

Oggi, l'Opera Don Orione gestisce ancora tante attività a Tortona, e diversi luoghi sono riconducibili alla vita di San Luigi Orione. Oltre al Santuario della Madonna della Guardia, ci sono:

 

Il Centro "Mater Dei", che sorge proprio accanto al Santuario e riunisce in sé numerose attività. Ci sono infatti una Casa di Riposo per persone ultra 65enni auto e non autosufficienti, una Casa del Pellegrino per accogliere chi si reca a Tortona, un Auditorium e una Sala Conferenze.

 

La Casa della Divina Provvidenza (Paterno), luogo che è stato la prima vera "Casa Madre" della Congregazione e che dal 1927 è divenuto una Casa di formazione per aspiranti alla vita sacerdotale e religiosa.

L'Oratorio "San Luigi", il primo aperto da Don Orione, il 3 luglio 1892. Un'esperienza significativa perché diede inizio a un'azione  importante in favore della gioventù, mettendo in evidenza un atteggiamento originale verso il mondo giovanile. Luigi Orione, giovane tra i giovani, volle, con essi, vivere una forte esperienza di Dio, di Chiesa e di rinnovamento sociale.

La parrocchia di "San Bernardino", presso la cripta del Santuario, che da poco ha sostituito la storica chiesa orionina di "San Michele Arcangelo".

          La Casa Madre delle Piccole Suore Missionarie della Carità, aperta nel 1915 e che ospita numerose suore anziane.

         

          Il Piccolo Cottolengo “Don Orione”, aperto nel 1943 e che oggi ospita bambini con gravissime disabilità.

 

          La Scuola dell’infanzia "S. Cuore", aperta nel 1979 e gestita in collaborazione con i laici orionini.

 

          La Casa “N.S del SS. Sacramento” (Villa Charitas), aperta nel 1933 e che ospita attualmente la comunità delle Suore Sacramentine Adoratrici non vedenti